Corrente

25. agosto 2017

Quarto neonato riposto nella baby finestra di Olten


Il 24 agosto 2017, alle ore 14.20, nell’ospedale cantonale di Olten è stato riposto nuovamente un neonato nella baby finestra. È un maschietto in perfetta salute, pesa 1940 g e misura 43 cm. Era venuto alla luce il giorno prima. La madre gli ha affidato una lettera commovente, scritta in tedesco svizzero, in cui spiega che ha dovuto tenere nascosti la gravidanza e il parto. L’autorità di protezione dei minori e degli adulti APMA di Olten-Gösgen è stata informata. Un tutore si è assunto i diritti e i doveri che competono usualmente ai genitori di un bambino. Si tratta del quarto neonato risposto nella baby finestra di Olten dalla sua apertura il 31 maggio 2013, e complessivamente del ventesimo da quando ci sono baby finestre in Svizzera.

La madre del neonato può presentarsi all’Autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA) di Olten-Gösgen o alla Fondazione Aiuto svizzero per madre e bambino (helpline@asmb.ch) per instaurare un contatto con il figlio. Le viene assicurata assoluta discrezione. Inoltre può ricevere dall’ASMB consulenza gratuita e aiuto materiale e finanziario per trovare la soluzione migliore per sé e per suo figlio. 



A tutela di tutte le persone coinvolte e in considerazione del segreto professionale e d’ufficio, della protezione dei dati e dei diritti della personalità, né l’APMA di Olten-Gösgen né l’ospedale cantonale di Olten o l’ASMB sono autorizzati a fornire ulteriori informazioni riguardo al caso specifico.



Un’offerta di aiuto per le situazioni d’emergenza estreme
Grazie alla baby finestra, le madri che si trovano in situazioni d’emergenza estreme hanno la possibilità di affidare anonimamente il proprio figlio a cure mediche sicure. Si prevengono così l’abbandono di neonati e l’infanticidio, tanto frequenti in passato.